cinema Cavour

il cinema nel 1974;
il film in cartellone è Lo schiaffo

                             testo scritto in collaborazione con Marco Ferrari

Il cinema Cavour (circa 800 posti), situato nella piazza omonima, inizia la propria attività nell’aprile 1962. Collocato appena fuori  dal centro storico (delimitato dalle antiche mura e dalla cerchia un tempo percorsa dal naviglio) si caratterizza come elegante sala (sotterranea) di prima visione.
L’ingresso è ubicato all’interno della galleria del palazzo antistante la piazza; varcato l’ingresso, ci si trova davanti a un ampio corridoio con una colonna portante in mezzo e la cassa sulla destra, aperta e con un grande specchio collocato sul muro alle spalle dei due cassieri. In fondo, un divano consente un’agevole sosta agli spettatori in attesa di altri accompagnatori. Alla fine dell’atrio, sulla destra si apre un’ampia scalinata, divisa in due da un corrimano centrale, utile per regolare il flusso di spettatori in entrata e in uscita dalla sala. Dopo una prima rampa di scale, si svolta a destra e una seconda rampa più lunga porta al piano sotterraneo che consiste in un esteso corridoio. Sulla destra le toilettes e in sequenza le due grandi porte di accesso in sala, nascoste da una tenda blu scuro; in fondo, il bancone del bar e sulla destra alcuni divani per sostare prima dell’accesso in sala e conversare magari gustando una bevanda o uno snack. Il bar aveva la caratteristica di fare degli ottimi toast, cosa insolita per un cinema. La sala, costituita da sola platea, è dotata di un ampio schermo che consente una visione ottimale da qualsiasi posizione.
La programmazione è estremamente attenta al cinema di qualità e saltuariamente lascia spazio al film d’autore.
Tra le pellicole più interessanti proiettate nella sala di piazza Cavour ricordiamo Il promontorio della paura (Thompson, 1961) e Totò di notte n. 1 (Amendola, 1962) nel 1962, Questa è la mia vita (Godard, 1962) nel 1963,
nel 1964
Il dottor Stranamore (Kubrick, 1963), Se permettete parliamo di donne (Scola, 1964), L’oltraggio (Ritt, 1964)
nel 1965
Io la conoscevo bene (Pietrangeli, 1965), Le belle famiglie (Gregoretti, 1964), Uno sparo nel buio (B. Edwards, 1964), La bugiarda (Comencini, 1965),
nel 1966
Una questione d’onore (Zampa, 1966),
A ciascuno il suo (Petri, 1967), La calda notte dell’ispettore Tibbs (Jewison, 1967) nel 1968, La pecora nera (Salce, 1968),
nel 1969
Fraulein Doktor (Lattuada, 1968), Tepepa (Petroni, 1969), Infanzia, vocazione e prime esperienze di Giacomo Casanova veneziano (Comencini, 1969), Giovinezza, giovinezza (Rossi, 1969), pellicola che provoca, nell’atrio del locale, proteste e tafferugli ad opera di estremisti di destra (11 set. 1969).
nel 1970
Gli orrori del liceo femminile (Serrador, 1969), Topaz (Hitchcock, 1969), La morte risale a ieri sera (Tessari, da Scerbanenco; 1970), L’altra faccia del pianeta delle scimmie (Post, 1970), Colpo da 500 milioni alla National Bank (Hall, 1970), Operazione Crepes Suzette (Edwards, 1970), Grande caldo per il racket della droga (Clouse, 1970), L’uomo venuto dalla pioggia (Clement, 1969)
nel 1971
L’adultera (Bergman, 1971), 4 mosche di velluto grigio (Argento, 1971), Voyou la canaglia (Lelouch, 1970), Love Story (A. Hiller, 1970; tiene cartellone per sei mesi), L’uomo di Saint Michel (Deray, 1971), L’amante dell’Orsa Maggiore (Orsini, 1971)
nel 1972
L’udienza (M. Ferreri, 1972), Sbatti il mostro in prima pagina (Bellocchio, 1972), Milano calibro 9 (Di Leo, 1972), Per amore ho catturato una spia russa (D. Clement, 1972), Camorra (Squitieri, 1972), Il maestro e Margherita (Petrovic, 1972), Non si sevizia un paperino (Fulci, 1972), Professione assassino (Winner, 1972)
nel 1973
Le monache di Sant’Arcangelo (Paolella, 1973), Film d’amore e d’anarchia (Wertmuller, 1973), Un battito d’ali dopo la strage (Granier-Deferre, 1972) e Mattatoio 5 (G.R. Hill, 1971)
nel 1974
Zardoz (Boorman, 1973), Tutto a posto e niente in ordine (Wertmuller, 1974), Lo schiaffo (C. Pinoteau, 1974), Grazie zia (Samperi, 1968; ried.)
nel 1975
Shampoo (Ashby, 1975), Attenti al buffone (Bevilacqua, 1975), Travolti da un insolito destino... (Wertmuller, 1974),
nel 1976
Qualcuno volò sul nido del cuculo (Forman, 1975; tiene cartellone per oltre sei mesi), Il maratoneta (Schlesinger, 1976; tiene cartellone per tre mesi tra il dic. 1976 e il mar. 1977),
nel 1977
Rocky (Avildsein, 1976),  Io ho paura (Damiani, 1977), Carrie lo sguardo di Satana (De Palma, 1976; tiene cartellone per due mesi)
Fuga di mezzanotte (Parker, 1978),
nel 1979
Chiedo asilo (Ferreri, 1979), Il Signore degli Anelli (Bakshi, 1979), Animal House (Landis, 1978), I guerrieri della notte (Hill, 1979), Manhattan (Allen, 1979)
nel 1980
Il tamburo di latta (Schlondorff, 1979), Il padrino Parte II (Coppola, 1974; ried.), Il segno degli Hannah (Demme, 1979), Ombre (G. Cavedon, 1980), American Gigolò (Schrader, 1979)
Il postino suona sempre due volte (Rafelson, 1981; in contemporanea col Pasquirolo), Il fascino del delitto (Corneau, 1979) nel 1981,
nel 1982
Anni di piombo (Von Trotta, 1981), Inferno (Argento, 1980), Gli occhi la bocca (Bellocchio, 1982)
nel 1983
Fanny e Alexander
(Bergman, 1983), E la nave va (Fellini, 1983), Amici miei Atto II (Monicelli, 1982)
nel 1984
Il console onorario (Mackenzie, 1983), Metropolis (Lang, 1927; versione musicata da G. Moroder, 1984), La donna che visse due volte (Hitchcock, 1978; ried.)
nel 1985
In compagnia dei lupi (Jordan, 1985), Lightship. La nave faro (Skolimowski, 1985), Il mistero del cadavere scomparso (Reiner, 1985),
Speriamo che sia femmina (Monicelli, 1986), Velluto blu (Lynch, 1986; alla anteprima è presente Isabella Rossellini), Camera con vista (Ivory, 1986) nel 1987,
nel 1988
Anni ’40 (Boorman, 1988), Attrazione fatale (Lyne, 1987), Strana la vita (G. Bertolucci, 1988), Prima di mezzanotte (Brest, 1988), L’estate impura (Granier-Deferre, 1987)
Rain Man (Levinson, 1988) nel 1989
nel 1990
Crimini e misfatti (Allen, 1989) e Black Rain, (R. Scott, 1989),
Un’estranea tra noi (Lumet, 1992), Per legittima accusa (Lumet, 1993), Viaggio in Inghilterra (Attenborough, 1994), Morti di salute (Parker, 1994) nel 1995, Il dottor T e le donne (Altman, 2000)
Il Cavour chiude nella prima metà del 2007.

 

Piazza Cavour intorno al 1910
(per gentile concessione di Marco Ferrari)                                                                   foto

Edificio del cinema Cavour nei primi anni sessanta
La sala non è ancora entrata in funzione – Manca l’insegna                               foto 1 - foto 2*
Dettaglio della cartolina                                                                                   
foto 1 - foto 2*

Cinema Cavour intorno alla metà degli anni sessanta                                foto*

L’ingresso del cinema nel 1969 (su gentile segnalazione di Andrea Martinenghi)
Dal film L’amica (Lattuada, 1969) - In programmazione
c’è L’ultimo mercenario (D. Muller, 1968)                                                    
foto 1 - foto 2

Immagine notturna della facciata:
In programmazione c’è La morte risale a ieri sera (Tessari, 1970)                  
foto*

Cinema Cavour intorno alla metà degli anni settanta
In programmazione c’è il film francese Lo schiaffo (C. Pinoteau, 1974)             foto*
Dettaglio della cartolina                                                                                 
foto

Cinema Cavour intorno al 1985
(per gentile concessione di Marco Ferrari)                                                                   foto

Cinema Cavour nel 2006
Ingresso (dal sito www.flickr.com, su segnalazione di Marco Ferrari)                               foto*

Medesimo spazio urbano nell’ottobre 2007
Visione frontale con il manifesto dell’ultimo film programmato                           foto 1 - foto 2
Visione laterale, verso piazza Repubblica                                                         
foto
Visione laterale, verso via Manzoni                                                                 
foto
Galleria e ingresso                                                                                         
foto 1 - foto 2

Medesimo spazio urbano nel 2008
Visione frontale, senza manifesto in cartellone
(dal sito www.flickr.com, su segnalazione di Marco Ferrari)                                                   foto

Medesimo spazio urbano nel maggio 2010
Lo stabile con la nuova insegna                                                                      foto
Il nuovo ingresso nella galleria                                                                        
foto

Medesimo spazio urbano nel maggio 2010 (per gentile concessione di Willy Salveghi)
Il nuovo ingresso nella galleria                                                                         foto
Il nuovo ingresso su via Fatebenefratelli                                                           
foto
La nuova sistemazione della sala (lo schermo è rimasto al suo posto;
le pareti, con i vani per le uscite, non sono state modificate)             
foto 1foto 2foto 3

Piantina illustrativa della struttura del cinema
(ricostruzione a cura di Marco Ferrari – marzo 2010)                                                                       immagine*

Annunci pubblicitari su quotidiani
Il dottor Stranamore - 2 apr. 1962                                                                  immagine*
La pecora nera – 1 nov. 1968                                                                        
immagine
L’altra faccia del pianeta delle scimmie nel mag. 1970                                
immagine*
Grande caldo per il racket della droga (Clouse) – 28 ago. 1970                   
immagine
Colpo da 500 milioni alla National Bank - 9 set. 1970                                  
imm 1 - imm 2*
La morte risale a ieri sera - 10 ott. 1970                                                       
imm 1 - imm 2*
Gli orrori del liceo femminile - 14 nov. 1970                                                 
imm 1 - imm 2*
Operazione Crepes Suzette – 19 dic 1970                                                      
immagine
Voyou la canaglia -15 gen. 1971                                                                 
immagine*
Love Story - 8 apr. 1971                                                                                
immagine*
L’uomo di Saint Michel - 21 ott. 1971                                                          
immagine
L’amante dell’Orsa Maggiore - 27 nov. 1971                                               
immagine*
L’adultera - 7 dic. 1971                                                                                 
imm 1 - imm 2*
4 mosche di velluto grigio - 24 dic.1971                                                        
immagine*
Milano calibro 9 – 11 mar 1972                                                                  
immagine
L’udienza - 31 mar. 1972                                                                             
immagine*
Per amore ho catturato una spia russa – 20 apr 1972                                  
immagine
Camorra – 25 ago 1972                                                                               
immagine
Il maestro e Margherita - 14 set. 1972                                                            immagine
Non si sevizia un paperino - set. 1972                                                         
immagine*
Sbatti il mostro in prima pagina - ott. 1972                                                    
immagine*
Professione assassino – dic 1972                                                                  
immagine*
Le monache di Sant’Arcangelo - gen. 1973                                                 
immagine
Un battito d’ali dopo la strage   - 24 mag. 1973                                             
immagine
Zardoz – 18 apr 1974                                                                                    
immagine
Attenti al buffone - 28 dic. 1975                                                                     
immagine
Il Signore degli Anelli – 8 dic. 1979
(per gentile concessione di Marco Ferrari)               immagine
Metropolis – 28 set. 1984 (per gentile concessione di Marco Ferrari)                                   immagine
Il mistero del cadavere scomparso – 22 apr. 1985
(per gentile concessione di Marco Ferrari)                                                                                         immagine
Viaggio in Inghilterra – 10 nov. 1994
(per gentile concessione di  Willy Salveghi)       immagine

Biglietto del cinema (1967; per gentile concessione di Anna Maria Fiocchi)               immagine
                                 (1983)                                                                      
immagine

Mappa di Milano (centro nord)
Posizione del cinema                                                                                      
immagine

* l’asterisco segnala foto e materiale di particolare interesse

scheda creata nel mag. 2008; ultimo aggiornamento: mar. 2016

 

 

si invitano i  numerosi giornalisti e lettori che utilizzano i testi del sito (spesso  con semplici copia/incolla) a citare la fonte