cinema Missori

il cinema intorno al 1952;
il film in cartellone è Furia e passione

Il cinema Missori (1550 posti) – situato nel moderno Palazzo dei Cavalieri (1949) di Emilio Lancia che domina il fronte est della piazza Missori – è stato un elegante cinema di prima visione. Si trovava a poche centinaia di metri da piazza Duomo e nella piazza che per alcuni decenni aveva ospitato l’altrettanto importante cinema Italia(*).
L’attività cinematografica inizia quindi nel 1949. La gestione alterna pellicole di qualità (spesso alta) con prodotti commerciali e con filmetti molto modesti. Da segnalare nel febbraio 1951 l’anteprima mondiale di Miracolo a Milano (De Sica), che si rivelerà un grosso insuccesso commerciale.
Nella seconda metà degli anni settanta la programmazione cala radicalmente di qualità e prelude alla chiusura.
Il cinema si caratterizza per un ampio atrio a semicerchio -simile all'Astra con due scaloni che portano alla galleria, mentre la platea è posta sotto il livello stradale. D’estate la sala sfrutta l’impianto di aria condizionata del vicino hotel garantendo una temperatura perfetta.La gestione è della ditta Lodigiani, che, negli anni '50, segue anche Odeon, Puccini, Apollo, Dal Verme e Giardini. In seguito subentra la E.C.I. (Esercizio Cinematografico Italiano) di Roma, che segue molte sale milanesi tra cui: Giardini, Odeon, Puccini, Manzoni, Dal Verme, Impero, Cielo e Las Vegas. In cabina vengono utilizzate macchine Cinemeccanica a carboni.
Tra le pellicole più interessanti passate nella sala di piazza Missori ricordiamo Scarpette rosse (Powell, Pressburger, 1948), L’ultima carrozzella (Mattoli, 1943) e Il silenzio è d’oro (Clair, 1947) nel 1949, L’edera (Genina, 1950), Cristo tra i muratori (Dmytryk, 1950), Cronaca di un amore (Antonioni, 1950; evidente insuccesso: tiene cartellone per una sola settimana), Manon (Clouzot, 1949) nel 1950, Otello (Welles, 1951), Miracolo a Milano (De Sica, feb. 1951; anteprima mondiale),
nel 1952:
Luci della ribalta (Chaplin, 1952), Due soldi di speranza (Castellani, 1952), Le ragazze di piazza di Spagna (Emmer, 1952)
nel 1953:
Fuggiaschi (H. Franklyn, 1952), Anni facili (Zampa, 1953), Giulio Cesare (Mankiewicz, 1953)
Fronte del porto (Kazan, 1954), L’ammutinamento del Caine (Dmytryk, 1954), Le avventure di Giacomo Casanova (Steno, 1955), Sabato tragico (Fleischer, 1955),  Il ferroviere (Germi, 1956), Moby Dick (Huston, 1956)
nel 1957
Le notti bianche (Visconti, 1957), Le notti di Cabiria (Fellini, 1957), Fuoco nella stiva (Parrish, 1957), Belle ma povere (D. Risi, 1957)
nel 1958
Testimone d’accusa (Wilder, 1957), Belle ma povere (Risi, 1957), Domenica è sempre domenica (Mastrocinque, 1958), Orizzonti di gloria (Kubrick, 1957; tiene cartellone per soli 10 giorni)
Il generale della Rovere (Rossellini, 1959), Il vedovo (D. Risi, 1959), L’audace colpo dei soliti ignoti (N. Loy, 1959),
nel 1960
Il buco (J. Becker, 1959), Il sindacato del vizio (Cahn, 1960), Il gobbo (Lizzani, 1960), Il rossetto (Damiani, 1960), La ragazza con la valigia (Zurlini, 1960),
Città sotto inchiesta (Guillermin, 1956) nel 1961, RoGoPaG (Rossellini, Pasolini ecc. 1962), Senilità (Bolognini, 1962), Dietro la facciata (Carné, 1961) nel 1962, I racconti del terrore (Corman, 1962), L’amore difficile (Sollima, Manfredi..., 1962) nel 1963, La caduta dell’impero romano (A. Mann, 1964) Io sono un campione (L. Anderson, 1963) nel 1964, Thrilling (Scola, Polidoro, 1965), Per qualche dollaro in più (Leone, 1965), La mandragola (Lattuada, 1965), Il grande colpo dei sette uomini d’oro (Vicario, 1966), La resa dei conti (Sollima, 1967), Riflessi in un occhio d’oro (Huston, 1967), Il dottor Zivago (Lean, 1965; ried.) nel 1968, Berretti verdi (J. Wayne, 1968)
nel 1969
L’amante di Gramigna (Lizzani, 1969), Appuntamento per una vendetta (Kennedy, 1969), I lunghi giorni delle aquile (Hamilton, 1969), Come, quando, perché (Pietrangeli, 1969), O’Cangaceiro (Fago, 1969)
nel 1970
Un caso di coscienza (G. Grimaldi, 1970), L’uccello dalle piume di cristallo (Argento, 1970; tiene cartellone per sole due settimane), Quella piccola differenza (Tessari, 1970), Al soldo di tutte le bandiere (Collinson, 1970), Il mostro del museo delle cere (Townsend, 1969), Omicidio al neon per l’ispettore Tibbs (Douglas, 1970), Corbari (Orsini, 1970), Uomini e cobra (Mankiewicz, 1970), Dracula il vampiro (Fisher, 1958; ried.)
nel 1971
Lettera al Kremlino (Huston, 1969), La notte brava del soldato Jonathan (D. Siegel, 1971), ...Terrore e terrore (Hessler, 1971), …Continuavano a chiamarlo Trinità (Clucher, 1971), Rapina record a New York (Lumet, 1971)
nel 1972
La violenza, quinto potere (Vancini, 1972), Chato (Winner, 1972), Il clan dei Marsigliesi (Giovanni, 1972), Uomo bianco va’ col tuo Dio (Sarafian, 1972), Il caso Carey (Edwards, 1972), Jus primae noctis (Festa Campanile, 1972), Arma da taglio (Ritchie, 1972), Una ragione per vivere e una per morire (Valerii, 1972), Funerale a Los Angeles (Deray, 1972)
nel 1973
Il ponte sul fiume Kwai (Lean, 1958; ried.), La sedia a rotelle (E.Périer, 1972) e I nuovi centurioni (Fleischer, 1972)
Fiore di carne (P. Verhoeven, 1973) nel 1974, La poliziotta (Steno, 1974)
nel 1975
Storie di vita e malavita (Lizzani, 1975), Il padrino parte II (Coppola, 1974), Gente di rispetto (Zampa, 1975)
nel 1976
Cattivi pensieri (Tognazzi, 1976), Il texano dagli occhi di ghiaccio (Eastwood, 1976), Agente 007 Una cascata di diamanti (Hamilton, 1971; ried.), Brutti, sporchi e cattivi (Scola, 1976)
Kleinhoff Hotel (Lizzani, 1977), Grease (Kleiser, 1978), con pellicola magnetica), Squadra antimafia (Corbucci, 1978),
Contro quattro bandiere (Lenzi, 1979), La poliziotta della squadra del buoncostume (Tarantini, 1979) .
La sua collocazione isolata, in una zona semiresidenziale destinata soprattutto a uffici e a sedi di uffici turistici, zona caratterizzata dalla presenza di pochi locali attigui (bar, pizzerie ecc.), gioca in modo sfavorevole poiché il Missori è tra le prime sale centrali a gettare la spugna e a chiudere già nei primi mesi del 1980.
Il suo spazio è attualmente occupato da una banca.

 

Cinema Missori nel 1949
In programmazione c’è il film italiano L’ultima carrozzella (Mattoli, 1943)             foto*
Dettaglio della cartolina                                                                                       
foto

Cinema Missori nel 1950
In programmazione c’è il film italiano Donne senza nome (G. von Radványi, 1950)  
foto*
Dettaglio della cartolina                                                                                         
foto
Sempre piazza Missori nel 1950 - ingresso del cinema                              
foto 1 foto 2 - foto 3*

Cinema Missori nei primi anni cinquanta.
In programmazione c’è il film americano Furia e passione (J. Pevney, 1952). Sulla sinistra
il monumento al garibaldino Giuseppe Missori (Riccardo Ripamonti, 1916)               
foto*
Dettaglio della cartolina                                                                                       
foto
Immagine a colori                                                                                                 
foto*

Cinema Missori nel 1953                                                                                  foto*
Dettaglio della cartolina                                                                                         
foto

Cinema Missori nel 1960.
In programmazione c’è il film polacco L’attentato (J. Passendorfer, 1960)               
foto*
Dettaglio della cartolina                                                                                         
foto

Cinema Missori nell’agosto 1961(per gentile concessione di Stefano Petrella)
In programmazione c’è Città sotto inchiesta                                                         foto*

Cinema Missori nel 1961
In programmazione c’è il documentario italiano Kanjut Sar (Guerrasio, 1961)         foto*

Cinema Missori nel novembre 1964
Solenne anteprima de La caduta dell’impero romano (A. Mann)                           foto*

Cinema Missori nel 1969                                                                                  foto*

Cinema Missori nei primi anni settanta                                                           foto*

Cinema Missori nel 1975
In programmazione c’è il film italiano Storie di vita e malavita (Lizzani, 1975)         foto*

Medesimo spazio urbano nel novembre 2007
L’edificio verso corso di Porta Romana                                                                 foto 1 - foto 2
Visione frontale                                                                                                    
foto 1 - foto 2
Visione laterale, da destra                                                                                     
foto

Ex uscite di sicurezza su via Albricci (per gentile concessione di Willy Salveghi)
L’attuale negozio                                                                                                  foto 1 foto 2

Annunci pubblicitari su quotidiani
Scarpette rosse – 16 apr. 1949                                                                              immagine
Cronaca di un amore – 3 nov. 1950                                                                    
immagine*
Manon – 10 nov. 1950                                                                                         
immagine
L’edera – 29 nov. 1950                                                                                       
immagine
Luci della ribalta– 23 dic. 1952                                                                            
immagine*
Fronte del porto – 25 nov 1954                                                                          
immagine
Le notti di Cabiria - ott. 1957                                                                              
immagine
Orizzonti di gloria - 22 feb 1958                                                                         
immagine*
Testimone d’accusa – 8 mar. 1958                                                                      
immagine*
Domenica è sempre domenica – 5 apr. 1958                                                      
immagine
Il sindacato del vizio - set 1960
(per gentile concessione di Willy Salveghi)                         immagine
Il gobbo – 3 nov. 1960                                                                                        
immagine
Dietro la facciata - 1962                                                                                   
immagine*
I racconti del terrore – 22 dic. 1962                                                                     
immagine
Per qualche dollaro in più – 30 dic. 1965                                                           
immagine*
Il grande colpo dei sette uomini d’oro – 3 nov 1966                                            
immagine
Appuntamento per una vendetta – 1969                                                             
immagine
 O’Cangaceiro - 28 dic. 1969
(per gentile concessione di Willy Salveghi)                           immagine
L’uccello dalle piume di cristallo - 27 feb 1970                                                  
immagine*
Omicidio al neon per l’ispettore Tibbs – autunno 1970                                      
immagine
Il mostro del museo delle cere - set 1970                                                           
immagine
Al soldo di tutte le bandiere – 18 nov 1970                                                          
immagine
La notte brava del soldato Jonathan – 23 genn. 1971                                         immagine*
…Continuavano a chiamarlo Trinità – nov. 1971                                               
immagine
… Terrore e terrore – 17 giu 1971                                                                      
immagine
Il clan dei Marsigliesi – 16 nov. 1972                                                                  immagine
Funerale a Los Angeles – 20 dic. 1972                                                                
immagine
I nuovi centurioni - 24 gen.1973
(per gentile concessione di Willy Salveghi)                       immagine
Fiore di carne - 7 apr.1977
(per gentile concessione di Willy Salveghi)                               immagine
Gente di rispetto - 30 ott 1975                                                                             
immagine
Cattivi pensieri– 1 nov. 1976                                                                               
immagine*
Contro quattro bandiere – 12 apr1979
(per gentile concess. di Marco Ferrari)                   immagine

Invito all’anteprima di Miracolo a Milano (De Sica) - 4 feb. 1951
(per gentile concessione di Willy Salveghi)                                                                         immagine

Annunci pubblicitari sui muri cittadini
Fuggiaschi– in p. Missori, visibile tra le gambe del cavallo, estate 1953            foto 1foto 2
Fuoco nella stiva - in via Giotto nel 1957
(foto di Paolo Monti, da skycrapercoty.com;  gentile segnalazione di Willy Salveghi)                     foto

Biglietto del cinema (1978)                                                                                 immagine

Mappa di Milano (piazza Missori)
Posizione del cinema                                                                                            
immagine

si ringrazia Willy Salveghi per le notizie fornite

* l’asterisco segnala foto e materiale di particolare interesse

 

 

Si invitano i numerosi giornalisti e lettori che utilizzano i testi del sito
(spesso con semplici copia/incolla) a citare la fonte