O Verdi Addio

Il 9 ottobre 2001 si è tenuto presso l’università di Parma un convegno verdiano ideato e coordinato dal prof. Marzio Pieri. Il volume ripropone fedelmente gli interventi di quella giornata divisa tra una mattinata dedicata a riflessioni prevalentemente storiche e biografiche e un pomeriggio centrato su considerazioni prettamente musicali. In allegato un prezioso CD (curato da Bernardo Pieri) documenta rare esecuzioni vocali dei primi decenni del Novecento.

Nella mia relazione (a disposizione nel sito, alla pagina
Verdi online) esamino i complessi e un po’ misteriosi rapporti esistenti tra Verdi e la Massoneria nei risorgimentali anni quaranta con particolare riguardo al legame instauratosi tra il compositore e la Giovine Italia di Mazzini. Sulla base dei numerosi indizi avanzo ipotesi inedite, suffragate anche da alcuni passi presenti nella corrispondenza della società segreta e clamorosamente “ignorati” dai molti biografi del bussetano.

I N D I C E

INVII
Saluto del Rettore

CLAUDIA TERMINI
Il conservatorio e la città
I
VISTO D’ALTROVE
GIANNI G0RI
Verdi triestino. Wagner, i letterati e la devozione a Lehàr

II
CON LA STORIA
ANTONIO PARISELLA
Tra scritto e cantato: continuità e mutamenti nelle
culture popolari e nella società di massa 
LAURA Cosso
Non solo Verdi: ciò che dobbiamo a Massimo Mila
GIUSEPPE RAUSA
Latomistica.Verdi, Luzio e la massoneria

RICCARDO BON VINI
Fede e risentimento. Ideologia dei libretti verdiani
LUANA SALVARANI
La Croce d’Italia. Da Berchet ‘popolare’al Re Orso

III
CON LA MUSICA
GIUSEPPE CAMERLINGO
‘’Torniamo all’antico’’. Aporle e realtà di un indirizzo verdiano
BERNARDO PIERI
‘’Sì vendetta tremenda vendetta!’’. Metamorfosi e inattualità del canto verdiano
RICCARDO VAIA
L’orecchio del pop. Estetica, futurismi e reazione dalla
‘’generazione dell’Ottanta’’ al ‘’teatro totale’’ di Glass
DIEGO VARINI
Le ragioni di un’impopolarità
MARZIO FIERI
Riepilogo e conclusioni
 
BIBLIOGRAFIE
APPENDICE: Navigando nei dischi a cura di Bernardo Pieri